Accessibilità al patrimonio culturale

Incontrarsi con l'arte significa conoscere, capire, emozionarsi; dunque arricchirsi attraverso la condivisione di un bene che a tutti appartiene, il  patrimonio culturale.

Le difficoltà sensoriali, come quelle psico cognitive, non devono costituire un ostacolo, ma un incentivo nel campo della ricerca sulla pedagogia del patrimonio, che stimoli il raggiungimento di  soluzioni comunicative da considerare quali preziose risorse per avvicinarsi all'arte, conoscere il nostro passato e  sorprendersi di fronte ad una scoperta  inattesa, ad un dettaglio nascosto, ad un messaggio svelato.

Il Centro per i Servizi Educativi del Museo e del Territorio dedica un'attenzione particolare al tema dell'accessibilità al patrimonio culturale, mediante iniziative e progetti capaci di accogliere e soddisfare anche le istanze provenienti da persone con esigenze speciali.

L'impegno progettuale del Centro si pone assolutamente in linea con gli obiettivi primari dell'attività di valorizzazione del MiBACT (D. Lgs  22 gennaio 2004, n. 42, art. 6), tesi a creare le migliori condizioni di fruizione del patrimonio da parte di tutti i pubblici, con interventi che si legano direttamente a quelli connessi con l'accessibilità universale, ovvero con l'abbattimento delle barriere architettoniche e sensoriali, per un' autonoma conoscenza e condivisione del bene culturale ed una reale partecipazione da parte di tutti.

 

Consulta anche la Banca dati dell'Offerta formativa