I video vincitori

Tutti i video vincitori e menzionati

Video e classi prime classificate:

Articolo 9: conserva, tutela, valorizza il tuo volto, Liceo Statale "G.D. Romagnosi" di Parma, classe IIG;
La prova del 9, Liceo Scientifico "Belfiore" di Mantova, classe IVF;
Volando nel Passato, Istituto Professionale Statale di Asiago, classe IIA.


Video e classi prime classificate
:

Ancora senza, Istituto paritario "Giovanni Paolo I" di Venezia, classe IIA;
Art.9/salviamo il lago Albano, Liceo Artistico-I.S.A. di Marino, classi IIA, IIB, IIC e IIAS;
Bellezza che vive, Liceo Classico "G. Leopardi" di San Benedetto del Tronto, classe VA;
Città raccontata, luogo del noi, descrivere, esplorare, immaginare la città, Liceo "Duca degli Abruzzi" di Treviso, classe IIICU;
Dipinti sulle Crepe, Istituto Istruzione Superiore "Luisa di Savoia" di Roma, classe IVB;
(H)EART(H) ATTACK, Liceo "Brocchi" di Bassano del Grappa, classe IIIAS;
La bellezza in architettura un bene accessibile a tutti, Istituto Tecnico "G.G. Marinoni" di Udine, classe IVC;
La città del Presidente, Istituto Tecnico "Federico II" di Capua, classe V;
L'acciaio tra gli ulivi, Liceo Artistico "De Nittis-Pascali" di Bari, classi IVG, VG e VE;
Milazzo, un itinerario "a colori", Istituto Istruzione Superiore "G.B. Impallomeni" di Milazzo, classe IIIB;
Napoli, culla d'Europa, Liceo Linguistico Q. Orazio Flacco di Portici, classe IVG;
Noi avremo cura di te, Liceo Classico "L. Costa" di La Spezia, classe VD;
Non uno, qualcuno, insieme... centomila!, Liceo Artistico "Luigi Russo" di Monopoli, classe IVE;
Oltre la scena del crimine, Liceo linguistico "Paolo Giovio" di Como, classe IVSC;
Quale divisa per Piazza Roma?, Liceo Scientifico "Tassoni" di Modena, classe IIIB;
Ripensare il patrimonio culturale. Riflessioni su tutela e valorizzazione, Liceo Luciano Manara di Roma, classi IIB, IID e IIE;
Risveglio, Istituto Istruzione Superiore "E. Amaldi" di Roma, classe IIC;
Uno sguardo dalla cupola, Liceo "San Lorenzo"-Salesiani di Novara, classe IIIB;
www.salvacreatosalvaguardato, Liceo Artistico "Luigi Russo" di Monopoli, classi IVC, IVE e IVF;
#cultureistheway, Liceo Scientifico Liceo "L. Respighi" di Piacenza, classi IVI e IVF.


Video e classi fuori concorso con menzione speciale:

L'artenauta, Liceo "Dosso Dossi" di Ferrara, classe VH;
L'ombra della conoscenza, Liceo "Galileo Galilei" di Catania, classe IIII;
Mani-che, Liceo "Belfiore" di Mantova, classi IVB e IE.


I video primi classificati

Descrizione:

Articolo 9: conserva, tutela, valorizza il tuo volto - Liceo Statale "G.D. Romagnosi" di Parma, classe IIG.

Il messaggio centrale del video è che la conservazione, la tutela e la valorizzazione del nostro patrimonio artistico e paesaggistico sono elementi fondamentali nel processo di costruzione e di rafforzamento della nostra identità. Il volto è stato individuato dagli alunni/e come elemento rappresentativo delle identità di una umanità.

Gli alunni/e hanno scelto di legare questo messaggio semplice ma anche fondamentale a una modalità comunicativa accattivante e costruita sulla base di un registro metaforico: l'articolo 9 viene presentato come un prodotto di bellezza fondamentale per la cura e la valorizzazione del volto.

Il messaggio è stato inserito in una televendita costruita su questo registro metaforico; un testo sintetico ma chiaro e incisivo invita i telespettatori a riconoscere il valore dell'Articolo 9 come strumento di valorizzazione e di difesa del nostro volto, cioè della nostra identità. Lo slogan finale, che riprende il titolo dell'elaborato, è accompagnato da un'immagine finale in cui è riconoscibile la fisionomia di un volto costituito di tante opere d'arte e luoghi del nostro paesaggio: la nostra unicità è inscindibile dal nostro patrimonio artistico e paesaggistico.

La prova del 9 - Liceo scientifico "Belfiore" di Mantova, classe IVF

Il messaggio invita a riflettere sulle nostre azioni quotidiane: l'articolo 9 della Costituzione è ricco di sollecitazioni. Conoscerlo non significa rispettarlo e saperlo trasmettere.

È un video nel video: la prima parte è formata da tre scene in seppia velocizzate. Prima scena: delle ragazze hanno mangiato in un parco e non ripuliscono; mentre se ne vanno, un ragazzo ammonisce il loro comportamento. Seconda scena: alcune ragazze deturpano un monumento usando pennarelli e anche in questo caso entra in scena una passante che rimprovera il comportamento scorretto. Terza scena: tre giovani in biblioteca stanchi di studiare decidono di strappare pagine di libri per giocare, così interviene il bibliotecario a sottolineare il gesto immaturo.

Al termine delle tre scene girate, finalmente il colore: la troupe ha svolto il lavoro richiesto, raccoglie i materiali e se ne va totalmente disinteressata e inconsapevole del messaggio da trasmettere. Per evidenziare il significato di tutto ciò il video si chiude con l'inquadratura dell'articolo 9 della Costituzione italiana.

Volando nel passato - IPSIA di Asiago, classe IIA.

Il messaggio è costituito dall'esperienza scolastica, che è significativa quando comporta investimento personale, spirito di ricerca, intreccio di abilità, verifica di competenze. I ragazzi della classe IIA hanno compreso e interpretato la necessità di essere eredi consapevoli del patrimonio culturale del loro territorio, a partire proprio da una scoperta avvenuta nei sotterranei della scuola.

La classe IIA (manutenzione e assistenza tecnica) ha progettato e realizzato il recupero dei resti di un Fiat G 46, monoplano da addestramento donato alle officine meccaniche della scuola negli anni sessanta, esposto all'esterno in un primo tempo, poi smembrato e custodito nel sottosuolo della scuola, dove rischiava il degrado e l'oblìo. Gli studenti hanno quindi proceduto a riportare alla luce questo materiale, a pulirlo e a classificare i singoli pezzi rinvenuti, effettuandone il disegno tecnico e raccogliendo documentazione in proposito.

La classe ha così scoperto e reso visibile alla comunità dei pari e a tutta la cittadinanza un tassello della Storia della propria sede scolastica: già intitolata all'illustre concittadino Cristiano Lobbia, eroe risorgimentale e ingegnere civile, nasce come Scuola di Arti e Mestieri, è ospedale durante la Grande Guerra, per poi diventare Regia Scuola Tecnica Industriale. Gli studenti della classe IIA hanno quindi compiuto un'azione di ricerca, in una prospettiva storica esperita concretamente, nella verifica costante del metodo operativo, con l'entusiasmo di sentirsi protagonisti del processo di apprendimento.

Documenti da scaricare:

Articolo 9 della Costituzione - Logo